top of page

Lussè ( Monte ) dal lago di arpy

31 / 12 / 2016


Itinerario :

Dal colle di S. Carlo a 1971 metri , si segue il tracciato della strada forestale che taglia il bosco di larici verso sud. Si taglia sotto al versante est di Punta della Croce e con qualche breve salita si raggiunge l’ampia il lago d’Arpy a 2066 metri che se non si è in ritardo deve trovarsi ancora in ombra.

Dal Lago , si prosegue sul lato sinistro orografico , attraversando il Pian d’Arpy con direzione Sud.

Si continua superando un primo pendio ripido ed arrivando tra radi alberi in una una conca con grossi massi. Si continua a salire verso NE in direzione dei pendii di Becca Pougnenta , prima di arrivare ad una fascia rocciosa che si attraversa diagonalmente in salita verso destra , sfruttando alcune cenge che in passato sono state causa di incidenti , in quanto esposte su salti di roccia.

Superato questo tratto, piegare decisamente a destra e attraversare un piccolo ripiano verso il punto più basso della bastionata rocciosa che sostiene il Lago di Pietra Rossa.

Arrivati alla sella con diagonale verso destra , si tiene per un breve tratto il tracciato per il monte Colmet , in comune fino a qui , poi quando il terreno lo consente , si piega a sinistra su pendii non ripidi in direzione sud verso la cresta che divide la conca di Pietrarossa con il Vallone di Leseney. Non appena diventa visibile , puntare ad uno stretto intaglio in essa e risalire eventualmente a piedi una sorta di canale ( 80-100 metri) con pendenza attorno ai 45°.

Raggiunta la forcella scendere per un canalino opposto per circa 50 metri , fino a quando diventa possibile traversare a destra sotto a delle rocce. Da qui si comincia a salire verso sud ovest, tagliando pendii inclinati e raggiungendo un ampio ripiano. Oltre questo un ultimo strappo ci fa avvicinare alla cresta nord che si prende ad una depressione. Eventualmente lasciando gli sci poco prima , risalire a piedi la cresta con un breve tratto di facili rocce fino al grande omino di vetta.

La nostra gita :

Tutto il percorso è in condizioni ma ad esempio il canalino che da accesso al colletto è sfondoso oltre le ginocchia su neve inconsistente. e molto faticoso , idem la breve discesa sul lato opposto… meglio la risalita verso la cresta, oltretutto unica parte al sole, che dall’evidente forcella abbiamo percorso con ramponi e picca.

Discesa non entusiasmante ma a tratti piacevole.

Itinerario che offre tutto quello che può dare lo scialpinismo …quello vero ovviamente.

Con Matteo il prodigio…..e la mia Titty scatenata sia in salita che in discesa.

Scheda tecnica

Località di partenza : Colle di San Carlo

Quota di partenza : 1971 m

Quota vetta : 3055 m

Dislivello : 1200 m

Difficoltà : OSA/PD -

Esposizione : varie

Punti di appoggio : - - - - - - - -

Catena / gruppo montuoso : Alpi Graie

Ubicazione (Stato , Regione , Provincia ; Comune , Valle ) : Italia , Valle d’Aosta , Aosta , La Thuile

0 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
blog-logo.png
bottom of page