Baitone ( Corno ) dal Rifugio Tonolini

25 / 06 / 2022


Itinerario :

Dopo aver lasciato l’auto al Ponte del Guat , si risale la strada sino alla Malga Premassone e da li , attraversato il ponte, con strada ciotolata fino ad incontrare a sinistra la palina per i rifugi Tonolini e Baitone (segnavia 13 ). Si sale alcuni tornanti tra ciò che resta della pineta devastata dalla  tempesta  Vaja  e  si avanza sul lato destro orografico della valle.  Si sbuca su pascoli aperti con ben visibile il rifugio Baitone e lo sbarramento della diga che dovremo raggiungere.  Poco prima del muro di contenimento,  ad un bivio , se si  va a destra si arriva in breve al rifugio Baitone e continuando si passa sul lato destro  del lago Baitone per proseguire per il Rifugio Tonolini.  Girando invece a sinistra si passa sulla riva ovest  per tutta la lunghezza del lago , fino a portarsi sotto alla bastionata che sorregge il rifugio.  Un ultima serie di curve porta infine al Rifugio Tonolini , posto in posizione panoramica.

Dal rifugio si scende pochi metri al ruscello sottostante , e si seguono i bolli che dopo un canale pietoso escono sul ripiano dove si trova una diga in disuso. Si passa a sinistra dell' invaso semivuoto e si risale un pendio/pietraia sui fianchi di un corso d'acqua. Deviando verso sinistra si punta ad una forcella , incontrando  poco prima il bivio verso sinistra per il Corno delle Granate. Continuiamo a destra per tracce e bolli , entrando in una pietraia infinita , alternata a brevi tratti di rocce montonate.  Si punta ad ovest per aggirare una fascia rocciosa per poi tornare sui propri passi.   Raggiunta la conca pietraia alla base della parete sud del Corno Baitone , si punta all' evidente bollo gigante che indica l'attacco della parte alpinistica.

Da qui una serie di gradoni alternati a cenge detritiche , conducono ad una sorta di canalino , i cui fianchi sono ben appigliati e divertenti ( cordone per calata in discesa).

Superato il canale si segue una cengia verso sinistra , con facili passaggi , che termina poco sotto la cima. Un ultimo tratto di grossi blocchi di granito ci porta alla croce affacciata sul versante nord.

Vista spettacolare sull' Adamello e Plem. In discesa è  possibile una volta arrivati alla base della parete , effettuare una variante (indicata) , che permette  di ridurre lo spostamento della pietraia in salita.

Scheda tecnica

Località di partenza : Ponte del Guat

Quota di partenza : 1528 m

Quota vetta : 3331 m

Dislivello : 1830 m

Difficoltà : PD-

Esposizione : Sud

Punti di appoggio : Rifugio Tonolini , Rifugio Baitone

Catena / gruppo montuoso : Alpi Retiche

Ubicazione (Stato , Regione , Provincia ; Comune , Valle ) : Italia , Lombardia , Brescia , Sonico , Val Camonica

8 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
blog-logo.png