Palon de la Mare

18 / 04 / 2022


Itinerario :

Raggiungiamo l’albergo dei Forni con stretta strada da Santa Caterina ( 5 euro ) , dove sono presenti i parcheggi. Da qui seguiamo la strada sino a superare la centrale e dopo poco seguiamo le indicazioni per il Rifugio Branca sulla destra . Giunti ad un ponticello in legno , incontriamo la neve e possiamo calzare gli sci lungo la poderale battuta che porta al rifugio . Restando sul lato destro orografico della valle , la mulattiera sale compiendo alcune curve , e la neve ghiacciata del mattino ci crea qualche problema nel raggiungere il pianoro sottostante al rifugio. Senza salire al Branca , svoltiamo a destra , costeggiando il bordo della morena schiacciata sui fianchi della montagna , fino a quando si esaurisce , e siamo costretti a salire un pendio canale a sinistra che esce su un dosso. Da qui si vedono due possibili canali per proseguire la salita e noi prendiamo quello di destra perché continuo anche se più ripido , mentre in discesa opteremo per l’altro vista l’esposizione favorevole . Una volta terminato il canale ci troviamo di fatto sul ghiacciaio , all’apparenza innocuo . Da qui si apre una vista meravigliosa su quella che è una delle conche glaciali più vaste delle Alpi e intanto che saliamo viene istintivo voltarsi indietro perché lo spettacolo è unico.

Saliamo il Plateau nel centro , portandoci sotto ad un tratto più ripido che si supera con un lungo diagonale tra due seraccate fino a pervenire al fianco destro di uno sperone roccioso . Qui ci dobbiamo coprire per il forte vento prima di affrontare un altro tratto di ghiacciaio verso sud est. Questo sale non ripido e taglia alcuni piccoli crepacci poco visibili per terminare sulla cresta sud del Palon de la Mare dove il vento infuria . A differenza della prima volta che ho salito questa cima ( 20 anni or sono ) che sono arrivato in punta con gli sci , questa volta dobbiamo abbandonarli qui e proseguire a piedi per la scarsità di neve sulla cresta .

Comunque la salita non è lunga e non presenta difficoltà , oltretutto la parte di cresta finale è inspiegabilmente la più protetta dal vento . Attualmente le cornici non sono un problema e si arriva in cima senza rischi. Panorama veramente unico...con tante cime conosciute e non .

Tornati agli sci , aspettiamo a lungo un possibile rammollo della neve che arriverà solo parzialmente a regalarci una discesa meno nervosa della salita .

Questa zona non delude mai.

Scheda tecnica

Località di partenza :Albergo dei Forni

Quota di partenza : 2178 m

Quota vetta : 3704 m

Dislivello : 1530 m

Difficoltà : BSA / F

Esposizione : sud ovest

Punti di appoggio : Rifugio Branca

Catena / gruppo montuoso : Alpi Retiche

Ubicazione (Stato , Regione , Provincia ; Comune , Valle ) : Italia , Lombardia , Sondrio , Valfurva , Valtellina

16 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
blog-logo.png