top of page

Brunegghorn dalla Turtmannhutte

01 / 06 / 2019


Itinerario :

Risalita la Turtmanntal fino ad oltre Gruben , e per la precisione al piazzale prima del ponte a quota 1900 circa ( Sàntumm) , si percorre la strada più o meno innevata , che porta ad una diga. Vi si passa sopra e si risalgono i pendii esposti a nord sul versante opposto guadagnando quota . Con un ultimo diagonale a sinistra ci si sposta gradatamente alla Turtmannhutte , già ben visibile dal basso sopra ad uno sperone.

Dal rifugio adesso si deve traversare per circa 250 metri i pendii in direzione sud , per raggiungere la base del canalino del Barrloch che risulta essere il vero tratto chiave di tutta la salita.

L’evidente canale si risale a piedi con i ramponi e si possono sfruttare a volte i tratti di cavo del tratto attrezzato , che affiorano dalla neve , specie prima dell’uscita , dove si passa sulle rocce alla destra. Dal grosso ometto in pietre che si raggiunge , inizia un tratto intermedio di traversata della morena , con pendenze lievi ed alcune perdite di quota fino a mettere piede sul ghiacciaio ( serie di ometti in caso di scarsa visibilità ).

Lasciarsi sulla destra il tracciato per il Bishorn e percorrere il flusso glaciale in direzione della bella cima sul fondo della conca. La zona crepacciata centrale , la si evita aggirandola su ambo i lati , puntando al colle con evidente sella nevosa ( 3671 m). Dal colle si risale l’estetica cresta nevosa verso est passando a ovest dell’anticima e con ulteriore breve traverso, si arriva alla croce di vetta. Discesa dal percorso di salita .

La nostra gita :

Andrea - Partiti con le prime luci, dopo uno spallaggio di circa 1 ora si incontra la prima neve a ” metti leva” e dopo 2 ore si arriva alla Turtmannhutte .

Ci alleggeriamo del superfluo dopo di che puntiamo decisi al canale con ramponi , troviamo anche una corda fissa posizionata da delle guide con clienti , poco prima dell tratto con cavo . Superato questo tratto , lunga cavalcata di dossi e vallette per raggiungere il Bruneggletscher completamente felpato senza nemmeno un buco.. Cresta tutta in neve percorsa a piedi con ramponi senza difficoltà . Se si escludono i primi cento metri con neve lievemente indurita dal vento , il resto è una discesa semplicemente incantevole.

Salendo come noi tutta d’un fiato è un po una tirataccia ma è comunque fattibile. Pernottamento al rifugio per puntare ad altro l’indomani.

Rifugio grazioso e gestore disponibile ma con i soliti problemi dei rifugi svizzeri ….speso 50 FCH in acqua da bere e non c’è acqua per lavarsi….si deve usare la neve nei pressi.

Arrivo nella notte tra venerdi e sabato a Gruben e bivaccato nella nostra “car 4 stelle”. Un saluto particolare va al gruppo del CAI biella e Silvana incontrata per la seconda volta in breve tempo.

Anche questa volta ,trasferta svizzera con la mitica Tiziana.

Tiziana - Partiti non eccessivamente di fretta , ma di buon’ ora , circa le 6.

Abbiamo calzato gli sci dopo aver attraversato la diga , neve non abbondante e con diversi togli/metti e un rigelo non dei migliori.

Arrivati alla Turtmannhütte ci siamo alleggeriti del peso dello zaino . Ripartiamo a passo deciso, spallando subito gli sci e mettendo ramponi per salire il canalino dove facciamo il breve tratto attrezzato . Calzati nuovamente gli sci tra dossi e vallette e con qualche breve tratto in discesa , raggiungiamo e percorriamo il Bruneggletscher , con lontanissimi e piccolissimi i gruppi che ci precedono partiti dal rifugio.

Ghiacciaio ben chiuso e con pendenze e tratti poco rilevanti , poi più ripido ,il pendio finale che porta all’attacco della cresta .

Iniziamo a risalire la cresta quando ormai tutti gli altri gruppi ne sono alla base , quindi percorso ben pestato tutto per noi effettuato a piedi con ramponi e la picca per sicurezza . Cresta bella e senza difficoltà tecniche .

La discesa su bella neve, a tratti variabile , ma molle ormai dopo l’ultima breve risalita prima di tornare al tratto del canalino. Arrivati al rifugio ad orario più che buono , circa le 15 : 30 , con tutto il tempo necessario per riposarci per il giorno seguente .

Rifugio e rifugisti accoglienti e disponibili .

Logicamente con Andrea , entrambi stanchi ma soddisfatti !!

Scheda tecnica

Località di partenza : Gruben

Quota di partenza : 1910 m

Quota vetta : 3833 m

Dislivello : 1920 m

Difficoltà : BSA/F+

Esposizione : Nord

Punti di appoggio : Turtmannhutte

Catena / gruppo montuoso : Alpi Pennine

Ubicazione (Stato , Regione , Provincia ; Comune , Valle ) : Svizzera , Vallese , Leuk , Oberems

6 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comentarios


Los comentarios se han desactivado.
blog-logo.png
bottom of page