Fiunira ( Punta ) e Longir ( Punte del )

11 / 10 / 2020


Itinerario :

Attraversando l’abitato di Villanova (1223 m) si incontra subito il sentiero che sale verso la Conca del Prà, oppure si può percorrere la strada forestale in auto fino a dove viene interdetta e da li incamminarsi . Il sentiero incrocia appunto dopo alcuni tornanti la pista forestale . Il percorso prosegue in falso piano fino a superare il “Pis d’l’Urina” (1445 m), stupenda cascata alta circa 60 metri , poi si ha una piccola discesa . Continuando sulla strada , prima del colle della Maddalena, si incontra sulla destra il sentiero ben segnato , che porta direttamente alla Conca del Prà ed al Rifugio W. Jervis (1740 m). La strada sterrata arriva nello stesso posto facendo un giro più ampio ,in entrambi i casi si possono fare incontri speciali.

Il rifugio è al margine di una borgata che ha dato la sensazione di essere viva e dove il tempo sembra esersi fermato . Le modeste costruzioni sono ben tenute , frequentate , e il rapporto con la cultura silvo/pastorale sembra essere salvo. Dal rifugio si prosegue in piano tra le

tracce di bestiame verso sudovest e attraversato un rio, si ritrova il tracciato della mulattiera che inizia a salire di nuovo più decisa verso ovest, con diversi tornanti nel bosco. Dopo un breve traverso verso sinistra si riprende a salire sino ad arrivare in località La Coccia (2180 m), una sella tagliata nella roccia. Si continua in diagonale tra i pascoli, e con poche svolte si arriva al Colle della Croce (2299 m), antico posto doganale . Proseguendo un tratto sul versante francese, ma senza arrivare ai ruderi del refuge Napoleon , si prendono delle tracce a destra (nord ) per aggirare un rilievo erboso e salirvi sopra da sud. Dalla sua sommità (ruderi) , si passa sul versante est della dorsale e per mezzo di tracce da pascolo su una cengia esposta con tratti umidi si vanno a prendere i piani erbosi che altro non sono che i pendii sommitali della Punta Fiunira (2545 m). Da li all’ometto in pietre in punta il passo è breve.

Tra i prati di stelle alpine ci si sposta verso ovest e restando sul lato francese e seguendo la dorsale che in alcuni tratti si fa cresta , si arriva alle punte non ben definite del Longir (2701 m). Discesa dallo stesso percorso.

Scheda tecnica

Località di partenza : Villanova

Quota di partenza : 1220 m

Quota vetta : 2701 m

Dislivello : 1500 m

Difficoltà : EE

Esposizione : Tutte

Punti di appoggio : Rifugio Jervis

Catena / gruppo montuoso : Alpi Cozie

Ubicazione (Stato , Regione , Provincia ; Comune , Valle ) : Italia , Piemonte , Torino , Bobbio Pellice , Val Pellice

6 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
blog-logo.png