Galmihorn Vorderes ( anteriore )

19 / 08 / 2021


Itinerario :

Dal posteggio si passa sopra la diga e si percorre interamente il lungo lago di sinistra orografica , fino al suo termine. Si risalgono delle lingue di rocce montonate e si arriva all’Oberaargletscher . Il primo tratto generalmente non necessita ne di legarsi ne dei ramponi , data la sua bonarietà e scarsa pendenza ,oltre ad essere parecchio coperto di detriti ( prestare solo attenzione ad eventuali sifoni).

Giunti ad un tratto più ripido , ci si lega e si inizia ad incontrare alcuni crepacci , generalmente attraversabili con un passo. Si rimane sempre al centro della conca glaciale , puntando all’evidente Oberaarjockh . Nell’ultimo tratto si tiene la destra passando sotto la parete rocciosa dell’Oberaarhorn e si aggira qualche crepaccio più significativo fino ad arrivare al colle ( 3216 m). Si tralascia la traccia a destra che sale al vicino rifugio ( Oberaarjockhhutte ) appollaiato poco sopra , e si scende sul versante opposto perdendo circa 170 metri , mettendo piede sul ghiacciaio dello Studer. Si gira progressivamente a sinistra , passando alla base di uno sperone roccioso , e proseguendo verso sud sul pianoro glaciale.

Da qui vediamo distintamente la nostra meta . Saliamo i pendii esposti a nord aggirando alcuni grossi ed inquietanti crepacci , avvicinandoci al bordo sinistro orografico del Galmigletscher. Dopo alcuni tornanti raggiungiamo una selletta nevosa sulla dorsale nord ovest , al termine del tratto più ripido.

Infine , continuando su facile ghiacciaio , passiamo alla destra della quota 3496 ( guglia granitica che abbiamo salito per errore ) , ed arriviamo sulla dorsale ovest ( attenzione alle cornici ) che in breve porta alla croce di vetta.

Discesa dal percorso di salita.

La nostra gita :

Abbiamo raggiunto la cima appena in tempo prima dell’arrivo della nebbia. Occorrono dalle 5 alle 6 ore per la punta , e calcolarne altre due per risalire al colle dove è presente il rifugio , più altre tre per tornare alla macchina. Noi abbiamo dormito qui per effettuare un’altra salita il giorno seguente …..poi qui , oramai siamo di casa.

Il ragazzo italiano , assieme alla ragazza svizzera , che gestiscono la struttura , sono molto disponibili. Giornate che ti fanno stare bene. Tiziana non voleva più scendere.

Note :

Per arrivare alla diga di Oberaarsee si percorre una strada a pedaggio di alcuni chilometri con senso unico alternato regolato da impianto semaforico ( Ticket all’andata con monete sia in FCH che in Euro ) . Un giorno 10 Euro , partenze ogni 30 minuti dalle 07: 00 alle 22 : 00 , chiusa di notte.


Scheda tecnica

Località di partenza : Diga di Oberaarsee

Quota di partenza : 2303 m

Quota vetta : 3517 m

Dislivello : 1546 m

Difficoltà :PD-

Esposizione : Tutte

Punti di appoggio : Oberaarjochhutte

Catena / gruppo montuoso : Oberland Bernese

Ubicazione (Stato , Regione , Provincia ; Comune , Valle ) : Svizzera, Vallese , Goms , Oberwald

7 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
blog-logo.png