top of page

Grandes Jorasses via normale

14 / 08 / 2019


Itinerario :

Dai casolari di Planpincieux , si abbandona la strada principale e si imbocca una secondaria che passa nei pressi di una chiesetta per poi diventare sentiero. Indicazioni Rifugio Boccalatte-Piolti .

Si inizia a salire tra bosco rado di larici sulla destra , poi più marcatamente verso nord su di un dosso morenico . Poco prima di arrivare alla base di placche levigate ci si sposta a destra attraversando un torrente , e restando nel suo letto , risalirlo fino ad un dosso erboso dal quale si accede a una corta scala metallica. Con quest’ultima si supera un salto roccioso oltre il quale si ritorna a sinistra e si traversa velocemente per evitare scariche dall’alto , fino a raggiungere uno zoccolo roccioso isolato . Da qui ci si arrampica su una serie di placche inizialmente a destra , poi a sinistra su una stretta cengia erbosa esposta , proseguendo con tratti ripidi agevolati da dei cavi metallici che terminano sulla soglia del rifugio.

Dal rifugio superato un breve tratto roccioso ( II ) aiutati da corde fisse e con direzione nord ovest si raggiunge il ghiacciaio tra morene rocce montonate e nevai , mantenendosi a sinistra del Rognon de la Bouteille . Traversare sul ghiacciaio da destra verso sinistra seguendo se vi sono, le tracce che conducono alla cresta del Reposoir (m. 3450) .

La roccia è di ottimo granito (II e III), ma l’individuazione del punto esatto dell’attacco , (considerando che si è in piena notte) , diventa cruciale per l’impresa di arrivare in punta. Terminata la cresta con un affievolirsi delle difficoltà , generalmente albeggia . Qui si deve ora traversare il Couloir Whymper (ghiaccio sino a 45°) che al ritorno risulterà molto pericoloso perché soggetto a scariche . Raggiunti i Rochers Whymper (3730 m) oltre le bocche della terminale , si risale una specie di diedro dove vi sono alcuni chiodi e le soste di calata .

Su rocce segate dai passaggi si continua a salire su terreno sempre ostico , fino a toccare la parte alta del ghiacciaio delle Grandes Jorasses , sotto il seracco sommitale. Qui con ampio semicerchio da sinistra a destra , si raggiungono le rocce che scendono dalla Walker per risalirle sino in vetta ( passi di II ).

Discesa dal percorso di salita con diverse calate sui Rochers Whymper e i Reposoir.

La nostra gita :

Andrea - Salita che con le condizioni attuali risulta impegnativa , affiora ormai parecchio ghiaccio e l’uso dei chiodi è consigliato .Terminali al limite. Consiglio di fare velocemente l’attraversamento degli scivoli glaciali perché scaricano di continuo ,anche roba grossa. Visionato preventivamente l’attacco delle rocce del Reposoir che si affrontano in piena notte , per non aver sorprese. Complesso l’attraversamento del ghiacciaio prima delle rocce whimper . Gitone galattico con Tiziana super determinata.

Tiziana - Saliti il 13 Agosto al Boccalatte la mattina di buon’ora in modo d’avere tempo a disposizione per percorrere parte dell’itinerario del giorno seguente. Infatti abbiamo ritracciato sul ghiacciaio , dove ormai buona parte delle tracce precedenti erano sparite. Con una nebbia grassa siamo arrivati al Reposoir individuando bene l’attacco in modo da essere sicuri il giorno dopo ( consigliato ).

Il 14 agosto siamo partiti assieme ad altre 4 cordate e prima di arrivare al Reposoir abbiamo passato qualche bel buco, ancora buono da passare per fortuna . Cresta dei Reposoir molto bella . Arrivati al suo termine ancora con il buio , abbiamo quindi avuto qualche problema iniziale ad individuare il punto esatto in cui passare il couloir Whymper . Con le prime luci tutto è più logico . Attraversamento molto delicato con buchi notevoli e ghiaccio in diversi tratti che ha richiesto il procedere in sicurezza con tiri su viti da ghiaccio .

Bello il superamento del tratto che porta in cresta ai Rochers Whymper , con bella roccia . Poi tratto tranquillo e semplice per raggiungere la cresta che porta alla Walker , anche se alla base di questa vi è una crepa da passare con attenzione. Infine rocce pulite e sfasciumi prima di accedere alla calotta di vetta.

Al ritorno prestare molta attenzione nell’attraversamento del coluoir Whymper per pietre di considerevoli dimensioni che cadono dall’alto.

Salita non banale , ed in queste condizioni decisamente rallentata specie sul ghiacciaio.

Salita in ambiente appartato e poco rassicurante , montagna grandiosa ,un’avventura .

Con Andrea.

Note :

Conviene arrivare al termine dei Reposoir prima che albeggi , onde evitare durante il rientro di dover passare i punti più pericolosi (seracco sommitale e/o couloir Whymper proprio nelle ore più calde ). Partenza consigliata dal rifugio alle ore 2 .

Scheda tecnica

Località di partenza : Planpincieux

Quota di partenza : 1580 m

Quota vetta : 4208 m

Dislivello : 2630 m

Difficoltà : AD

Esposizione : sud ovest

Punti di appoggio : Rifugio Boccalatte - Piolti

Catena / gruppo montuoso : Alpi Pennine

Ubicazione (Stato , Regione , Provincia ; Comune , Valle ) : Italia , Valle d’Aosta , Aosta , Courmayeur

10 visualizzazioni0 commenti

Commenti


I commenti sono stati disattivati.
blog-logo.png
bottom of page