Scheuchzerhorn

20 / 08 / 2021


Itinerario :

Dal posteggio si passa sopra la diga e si percorre interamente il lungo lago di sinistra orografica , fino al suo termine. Si risalgono delle lingue di rocce montonate e si arriva a l’Oberaargletscher . Il primo tratto generalmente non necessita ne di legarsi ne dei ramponi , data la sua bonarietà e scarsa pendenza ,oltre ad essere parecchio coperto di detriti ( prestare solo attenzione ad eventuali sifoni).

Giunti ad un tratto più ripido , ci si lega e si inizia ad incontrare alcuni crepacci , generalmente attraversabili con un passo. Si rimane sempre al centro della conca glaciale , puntando all’evidente Oberaarjockh . Nell’ultimo tratto si tiene la destra passando sotto la parete rocciosa dell’Oberaarhorn e si aggira qualche crepaccio più significativo fino ad arrivare al colle ( 3216 m).

Se si spezza la gita in due giorni ( soluzione quasi scontata se si è scelto di risalire l’ Oberaargletscher ) è possibile raggiungere la Oberaarjochhutte dove pernottare , salendo a destra tra sfasciumi per un breve tratto , poi con scala metallica verticale e catene sulle rocce che sostengono la capanna. Per il giorno seguente bisogna tornare al colle e passare sotto la parete est del ‘ Oberaarhorn ,

cercando di non perdere quota e tagliando il pendio glaciale parallelamente ai crepacci . Si scavalca un dosso e si è costretti a perdere quota quanto basta per passare al di sotto di uno sperone roccioso che scende dalla cresta nord est del Oberaarhorn , superato il quale si entra nella conca glaciale che ha origine dal Grunerhorn. La si attraversa come se stessimo seguendo una curva di livello immaginaria , perciò limitando al minimo la perdita di quota , e si passa sotto alla parete sud della nostra cima . Si punta alla base di una evidente fascia rocciosa altrimenti non superabile , e una volta raggiunta si salgono una cinquantina di metri tra sfasciumi e rocce rotte per scavalcare oltre. Aggirata quella che di fatto è la cresta sud dello Scheuchzerhorn , si ritorna su ghiacciaio esposto stavolta a est , e lo si risale restando vicini alle rocce con direzione nord .

Qui arriva il percorso di chi sale direttamente senza passare dal rifugio e che faremo poi in discesa .

Si continua a salire fino a quando sulla nostra sinistra appare l’unico canale nevoso che permette di salire sulla cresta sud . Negli ultimi anni questa possibilità si sta rivelando più complicata del solito , a causa del ritiro del ghiacciaio che ha aumentato la distanza dalla cresta e aperto maggiormente la crepaccia terminale. In questo tratto sono utili 2 picozze per un breve tratto superiore a 60° per superare il labbro del seracco.

Una volta al di sopra si raggiungono le rocce e , tolti i ramponi , si percorre il tratto finale della cresta sud , per lo più su pietraia , fino alla croce di vetta, magnifico belvedere sui giganti della zona.

Per la discesa , si deve ridiscendere il tratto di cresta e il ripido canale fino a portarsi al di sotto della terminale ( qui sarebbe utile una calata , ma abbiamo cercato parecchio invano) , poi con direzione est , si scende diagonalmente a sinistra su ghiacciaio privo di crepacci , fino al di sotto di un evidente sella nevosa . Da qui si tiene lo scivolo nel centro fino a quando una serie di nevai ci consentono di evitare delle fasce rocciose e raggiungere un’affilata morena al di sotto del Tieberg . Scendere la ripida e lineare morena interamente , evitando i tratti più pericolosi di destra , e raggiungendo straordinariamente in un batter d’occhio l’Oberaargletscher , da dove ripresa la traccia di salita , si ritorna alla partenza.

Note :

Per arrivare alla diga di Oberaarsee si percorre una strada a pedaggio di alcuni chilometri con senso unico alternato regolato da impianto semaforico ( Ticket all’andata con monete sia in FCH che in Euro ) . Un giorno 10 Euro , partenze ogni 30 minuti dalle 07: 00 alle 22 : 00 , chiusa di notte.


Scheda tecnica

Località di partenza : Diga di Oberaarsee

Quota di partenza : 2303 m

Quota vetta : 3456 m

Dislivello : 1250 m

Difficoltà :PD

Esposizione : est e sud

Punti di appoggio : Oberaarjochhutte

Catena / gruppo montuoso : Oberland Bernese

Ubicazione (Stato , Regione , Provincia ; Comune , Valle ) : Svizzera, Vallese , Goms , Oberwald



9 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
blog-logo.png