top of page

Eytava ( Becca d') da Epinel

09 / 08 / 2016


Itinerario :

Dall’auto prendere le indicazioni per l’alpe di Grandzetta Desuss ( ). Qui abbandonare il sentiero seguendo il tubo dell’acqua che arriva dalla parte superiore e salire nel bosco ripido passando nei punti più agevoli ma senza riferimenti. Continuando a salire tutto diventa più chiaro , con i pendii che si fanno dorsale e il bosco che si dirada migliorando la visibilità. Superato un tratto con grandi massi , si arriva all’ultimo pendio di erba olina molto ripido. Poco oltre c’è la punta. Proseguendo ancora sul versante est si raggiunge una seconda cima con ometto in pietre.

Variante :

Dal parcheggio seguire il sentiero 27 fino a raggiungere il Casotto del PNGP.

Dietro al Casotto, in prossimità della palina che prosegue al colle del Trayo, abbandonare il sentiero e dirigersi verso dx per una lieve traccia che diviene subito più marcata e scende di qualche metro, supera un ponticello in legno, scende ancora di poco, meno evidente, e risale su delle roccette, divenendo poi nuovamente più marcato e taccato in giallo.

Seguendolo si percorrono i ripidi pendii alla base della Becca di Eytava fino a raggiungerne la cresta e da questa per ripidi pendii erbosi e poi roccette in punta.

La punta dalle carte pare essere la seconda elevazione poco più alta, che si raggiunge facilmente per roccette e sfasciumi stando sul lato dx, costeggiando tutta la cresta rocciosa a placchette e raggiungendo una piccola depressione da dove , in breve, per roccette, si arriva in vetta

La nostra gita :

Percorso un pò da cinghiali nella parte mediana quando si abbandona il sentiero… per il resto una salita senza infamia e senza lode per recuperare dalle fatiche del Monte Bianco e per occupare una giornata dal meteo incerto. Due note….sembra che qualcosa non torni tra la relazione qui descritta e quello che dicono le cartine…una teoria potrebbe essere che i local definiscano questa la cima in base alle foto mentre i cartografi quella sucessiva ,……anche perchè non torna il conto delle cime di questa catena. Noi nell’ indecisione siamo saliti sulla seconda dove esiste un’ometto. Altro appunto….in discesa abbiamo incrociato un sentiero in disuso non marcato sulla carta ma con una vecchia segnaletica a bolli gialli che probabilmente collegava i valloni del Nomenon con quello del Trazo…ma più in alto. Lo abbiamo preso in discesa a destra e ci ha portati con sorpresa e un bel percorso direttamente al casotto del Trazo , potrebbe essere una valida alternativa sia in salita che in discesa.

Con Tiziana.

Scheda tecnica

Località di partenza : Epinel

Quota di partenza : 1452 m

Quota vetta : 2598 m

Dislivello : 1146 m

Difficoltà : EE /F

Esposizione : Est

Punti di appoggio : - - - - - - - -

Catena / gruppo montuoso : Alpi Graie

Ubicazione (Stato , Regione , Provincia ; Comune , Valle ) : Italia , Valle d’Aosta , Aosta , Cogne , Valle di Cogne

0 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
blog-logo.png
bottom of page