Setag (Piz de) e Piodella ( Pizzo )

24 / 05 /2020

Itinerario :

Proprio all’inizio della strada a pedaggio per la Val Bodengo si trova un piccolo parcheggio dove lasciare l’auto, davanti alle case della frazione. Dopo pochi metri su asfalto si trova l’inizio della lunga e bella mulattiera che porta alla cappellina di Donadivo 737 m, dietro la quale si prende una ancora più lunga mulattiera che porta a Orlo 1165 m, dove ci sono diverse fontane. Si trovano subito delle paline, ma proseguire poco oltre, sempre sulla mulattiera, dove si trovano le indicazioni per la Val Piodella e Rif. Lavorerio e alpe Piodella. Il percorso prosegue ora perdendo quota lentamente, circa 100 m , con tratti di scalinata e sentiero, inoltrandosi in un vallone solitario e passando a picco sul torrente che cade in fondo alla valle. Raggiunte le Alpi Valle di Sotto 1330 m, si trova il bivio che, attraversando il ponte e raggiungendo l’alpe, percorre il lato sinistro della valle facendo transitare per all’Alpe Lavorerio, mentre, proseguendo diritto, si continua sul lato destro facendo l’itinerario più diretto, passando per altri alpeggi, incrociando il sentiero che sale dall’alpe Lavorerio, e raggiungendo l’Alpe Piodella 2045 m, molto bella e ben tenuta.

L’ambiente cambia notevolmente e diventa ampio, ed ora si ha la vista sulle mete da raggiungere, proprio dietro l’alpe: a dx il Piz Piodella e a sx il Piz de Setag, uniti dalla lineare cresta. Proseguendo verso il rudere poco oltre l’alpe, si trova su di un masso il bivio per la bocchetta di Strem a sx e per Avert a dx, bisogna prendere per Avert, o semplicemente, all’alpe, proseguire in direzione nord tenendosi sul lato destro della pietraia e poco dopo si intercettano i segni bianco/rossi. Continuando a salire si incontrano anche i segni bianco/blu svizzeri, e, nell’ultimo tratto il sentiero piega verso est raggiungendo l’evidente spalla della cresta SE del Piz Piodella. Il sentiero prosegue ora a mezzacosta sul lato est della montagna, facendo attenzione ad un po’ di esposizione e perché scosceso, un breve tratto da passare su di una roccia ben scalinata, e si raggiunge una spalla con grosso ometto. Dopo aver salito un breve tratto di cresta Est, dove cominciano le rocce inclinate, si intravede una traccia di animali sul lato sinistro, la si segue ed in breve si è sotto la piccola spalla che porta in cima al Piz Piodella 2459 m, con i resti di un ometto.

Per raggiungere il dirimpettaio Piz de Setag, si percorrono pochi tratti a filo cresta, potendo seguire la bella traccia percorsa dalla capre che sta appena sotto cresta sul lato Sud. La suddetta traccia è da percorrere comunque con attenzione, vietato scivolare, in quanto taglia tutto il lato scosceso che ben si vede dall’Alpe Piodella. Sul lato nord invece queste 2 cime sono formate completamente da lisce piode grigiastre. Da l’ometto del Piz de Setag, 2476 m, la vista spazia su gran belle montagne ed ampi valloni.

Tornati al grosso ometto della spalla alla base della cresta del Piz Piodella, si può decidere di percorrere un lungo anello, scendendo verso l’alpe Avert, proseguendo su l ‘Alta Via , raggiungendo l’Alpe Scima, fino ad  arrivare a Cermeno, ed in circa 20 minuti si ritorna a Orlo, da dove si riprende la mulattiera per tornare all’auto. Di sicuro partire dal basso è stato bello ma la prossima volta che torno in zona prendo il permesso per salire in auto !! Comunque una gita che nel complesso mi è piaciuta e mi ha soddisfatta Nessuno sul mio percorso , solo qualcuno agli alpeggi .

Note :

Per accorciare notevolmente il percorso e dislivello si può salire in auto fino a Donadivo o anche fino ad Orlo (attenzione alcuni tratti stretti e ripidi per Orlo), in entrambi i casi munirsi di biglietto di 6 euro che si può acquistare in qualsiasi bar di Gordona.

All’alpe Lavorerio c’è l’omonimo rifugio; non è gestito ed è ben attrezzato, per accedervi occorre chiedere le chiavi al bar di San Martino nell’omonima Piazza, oppure al bar DOC Via degli Emigranti, 14 a Gordona, ai quali si può chiedere info (risulterebbe esserci una bombola, equipaggiata cucina, 12 posti letto, 1 tavolone e caminetto)

Scheda tecnica

Località di partenza : Gordona

Quota di partenza : 450 m

Quota vetta : 2476 m

Dislivello : 2250 m

Difficoltà : EE

Esposizione : Varie

Punti di appoggio : Rifugio Lavorerio

Catena / gruppo montuoso : Alpi Lepontine

Ubicazione (Stato , Regione , Provincia ; Comune , Valle ) : Italia , lombardia , Sondrio , Gordona

45 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
blog-logo.png