Cervandone ( Monte )

Aggiornamento: mag 2

22 / 04 / 2017

Itinerario :

Dai parcheggi a pagamento (5 E) ,entrare nel paesino e giunti ad un ponticello svoltare a destra ed attraversarlo. Proseguire per la piana dell’Alpe Devero verso nord raggiungendo la cap. Castiglioni. Continuare seguendo le indicazioni per i Piani della Rossa e dopo aver superato l’Alpe Campello, deviare a sinistra per radi larici , risalendo i ripidi pendii che costeggiano il torrente e che portano ai Piani. Da qui svoltare a ovest , arrivando toccando il pianoro. Proseguire tra grossi sassi verso il vallone morenico, ed entrando in una lunga valletta alla sinistra di una morena che scarica parecchi sassi .

Arrivati sul ghiacciaio della Rossa, puntare alla base dell’evidente canale Ferrari (quello più a sinistra . A circa metà del canale Ferrari , c’è uno sbarramento roccioso da superare spesso scoperto (II°).

Usciti dal canale a quota 3020 metri , risalire la cresta verso sinistra con ripidi pendii che portano alla base della rocciosa crestina finale. La cresta a tratti esposta in breve porta in vetta. Discesa dal percorso di salita o , una volta tornati allo sbocco del canale , continuando per cresta fino al colle Marani e poi di di nuovo verso i piani della Rossa .

La nostra gita :

Andrea

Si incontra neve dal piano della rossa. Da qui in poi prendiamo il vallone centralmente tra le due morene (prestare attenzione ai fianchi alle continue cadute di pietre per il disgelo), sino alla base dei due canali. Prendiamo quello di sinistra salendo (Ferrari), anche se sembra che nel tratto oltre la strozzatura , il vento abbia creato spostamenti di neve. Questa scelta si rivelerà più che giusta perchè a distanza di poco quello di destra lo abbiamo visto svalangato.

Canale sempre continuo con ottima neve portante . Gli accumuli si aggirano agevolmente , semmai si ha un poco di apprensione per le spade di Damocle di ghiaccio sulle rocce adiacenti che prendono sole e per le possibili cadute di sassi. Da metà canale il vento inizia a darci fastidio tirandoci addosso neve e pezzi di ghiaccio. Uscita al colletto e da li fino in punta con vento molto forte e freddo. Cresta senza grosse difficoltà e già tracciata da altri due saliti dal versante est. Discesa su medesimo percorso con Eolo infuriato.

Neve sostanzialmente portante ma sci o racchette ancora da prediligere per l’avvicinamento.

Bellissima gita con Tiziana , un poco sofferente in punta per il freddo ma ugualmente felice.


Scheda tecnica

Località di partenza : Alpe Devero

Quota di partenza : 1630 m

Quota vetta : 3212 m

Difficoltà : PD

Esposizione : Nord est

Punti di appoggio : Rifugio Castiglioni

Catena / gruppo montuoso : Alpi Lepontine

Ubicazione (Stato , Regione , Provincia ; Comune , Valle ) : Italia , Piemonte , Verbano -Cusio – Ossola , Baceno , Valle Antigorio

6 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
blog-logo.png